Metereologia is the new astrologia

È mattino, ti svegli e vedi un po’ di luce filtrare dalla finestra. Ripensi alla sera prima, a te che guardi il telefono e ricordi delle pessime previsioni meteo; tiri su la tapparella e ti ritrovi travolto da un fascio di luce che pure Dracula, nascosto nel libro di Bram Stoker sulla mensola, si lancia sotto al letto per ripararsi.
In barba al colonnello Giuliacci, ti arriva la telefonata del Maestro che, caricato a molla, inizia con quesiti del calibro del:
Dove andiamo? Cosa facciamo? Perchè esistiamo? Fett’interi o sensa piccanto? Queste le domande del Giovane asceta.
Alla fine decidiamo di andare a fare un giro panoramico al Pian dei Resinelli, con destinazione Parco del Valentino.
Circa un’ora di strade tranquille da Milano (stessa strada descritta nell’articolo del Rosalba). Usando il navigatore basta inserire come meta “Pian dei Resinelli” e arriverete tranquillamente all’ampio parcheggio, ove potrete lasciare macchina e pigrizia, e andare verso qualche ora di trekking immersi nella natura.

Non mi dilungherò sul percorso visto che le foto lo raccontano sicuramente meglio, anche perchè dal parcheggio avrete solo 45 minuti di cammino per arrivare al belvedere del Monte Coltignone. Il dislivello è di circa 250 mt, quindi un impegno moderato, adatto a tutti i palati (e polpacci). È l’escursione ideale se avete con voi dei bambini, infatti io mi sono portato il Maestro, dato che l’attraversata del bosco è molto piacevole e permette di farsi quattro passi anche fuori percorso. Il bosco è ricoperto da un manto d’erba pianeggiante e confortevole. Come le sirene con Ulisse, vi chiamerà invitandovi a schiacciare una pennica sotto gli alberi.

Seguite sempre il sentiero tracciato per “Monte Coltignone” e, nel giro di 45 minuti a passo Alberto, sarete sul bellissimo balcone naturale che vi permetterà di vedere Lecco, il Lago di Como, i Laghi Briantei e, nelle giornate più terse, la Brianza e Milano.

Consiglio questo posto a tutti gli aspiranti fotografi che vogliono impressionare i propri cari con scatti mozzafiato. Inoltre, se come me avete la sfiga di dover far sembrare il Maestro ancora più zen di quanto già non lo sia di suo, qui troverete i giusti “sfondi” per compiere questa importantissima missione! Noi abbiamo deciso di attendere per vedere il tramonto, fotografarlo, e di levarci poi dalle scatole! Il freddo ha aiutato i giovani eroi a farsi il ritorno in soli 25 minuti con, all’arrivo, una pausa con tè caldo nel ristorante/bar presente alla fine del percorso.

Il Maestro aveva congelate anche le gonadi nonostante, per sua stessa ammissione, dopo l’Islanda ha ora una diversa percezione del freddo… (nota: il fenomeno si era messo sotto il guscio solo una maglietta a maniche corte, che babbo!).
A titolo informativo, per chi non volesse fermarsi al solo belvedere, si può proseguire seguendo il cartello che indica “Paradiso o Cima Calolden”, ammirando il panorama della Grigna Meridionale e scendendo all’ingresso del Parco Valentino. Totale giro ad anello circa un’ora e trenta a passo Alberto.

Ricapitolando:

PARTENZA

Pian dei Resinelli (LC)

LUNGHEZZA

3km

DURATA

1:00h

DIFFICOLTÀ

Gioco da ragazzi

DISLIVELLO

170m

   

1 Comment

  1. Pian dei Resinelli - Parco Valentino - Follow The White Dog

    5 Aprile 2019 at 12:26

    […] Una giornata di sole, l’ottima compagnia di nuovi amici con la loro prorompente allegria. Si è respirata davvero una bella energia, e probabilmente l’hanno percepita anche le montagne (soprattutto durante la partita a carte post-pranzo). Ecco la consueta gallery, mentre per i dettagli dell’escursione trovate tutti i dettagli in questo articolo. […]

    Reply

Rispondi a Pian dei Resinelli - Parco Valentino - Follow The White Dog Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Instagram

La risposta da Instragram non aveva codice 200.

Seguimi!